ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Diplomazia cerca compromesso su colonie israeliane

Lettura in corso:

Diplomazia cerca compromesso su colonie israeliane

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli insediamenti israeliani in Cisgiordania sono al centro delle trattative diplomatiche in corso a Washington: l’obiettivo è salvare i negoziati di pace con i palestinesi. E per farlo, occorre trovare un compromesso sugli insediamenti, dal momento che domenica scadrà la moratoria sulle nuove attività edilizie.

Per i coloni, estendere la moratoria è fuori discussione:

“Congelare le attività edilizie significa congelare la vita della gente. E questo è ingiusto, è immorale”.

L’esistenza stessa degli insediamenti risponde a una logica precisa, secondo un opinionista israeliano:

“Nel ’77, quando era ministro dell’agricoltura e presidente del Comitato sugli insediamenti, Ariel Sharon ebbe l’idea di modificare il territorio in modo irreversibile: facendomi visitare le colonie mi spiegò che avrebbero dovuto svilupparsi in modo volutamente disordinato, tagliando strade, così che nessuno, in futuro, sarebbe stato capace di tracciare un confine”.

Il presidente palestinese Abbas minaccia di abbandonare i negoziati, se riprenderà l’espansione degli insediamenti.

Il premier israeliano Netanyahu sembra orientato a concedere, al massimo, un blocco parziale delle costruzioni.