ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Barroso sulla Francia: "Procediamo legalmente"

Lettura in corso:

Barroso sulla Francia: "Procediamo legalmente"

Dimensioni di testo Aa Aa

Da Bruxelles a New York, lo scontro tra Barroso e Sarkozy sembra lontano. Ma lo strappo resta.
A quasi una settimana dall’accesa discussione tra i due sulla questione dei rimpatri, il presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso, a New York per l’assemblea generale dell’Onu, ha risposto alle domande dell’inviata speciale di euronews, Valérie Gauriat.

Valérie Gauriat, euronews:
Riforme economiche, le discussioni della scorsa settimana, nel corso del summit sono state in un certo modo messe in ombra dall’incidente con il presidente francese.

José Manuel Barroso, presidente della Commissione europea: Non voglio fare commenti sull’episodio…

euronews:
La Commissione sta ancora prendendo in considerazione misure contro Parigi?

José Manuel Barroso:
Guardi, stiamo valutando la situazione da un punto di vista legale, in modo obiettivo e professionale.
È quello che dobbiamo fare nei confronti di tutti gli stati membri, dobbiamo farlo nel rispetto dei trattati ed è quanto stiamo facendo.

euronews:
È molto raro che la Commissione prenda una simile posizione nei confronti di uno stato membro.

José Manuel Barroso:
È un nostro obbligo, un dovere. Si tratta di un dovere in base ai Trattati, per far sì che la legge europea venga rispettata, è parte delle nostre funzioni per quanto riguarda i diritti fondamentali. Quando è il caso bisogna agire ed è quello che bisogna fare in modo obiettivo. Questo perché i nostri stati membri sono Paesi democratici, che si basano sulle leggi, ci sono anche sistemi nazionali, tribunali nazionali cui far ricorso. Noi stiamo procedendo da un punto di vista legale in maniera obiettiva.

euronews:
Il presidente francese non è d’accordo…

José Manuel Barroso:
Non aggiungerò nessun altro commento su questo punto. Non penso aiuti. Ripeto che la Commissione difenderà sempre le leggi europee.
Ci sono alcuni temi politici per i quali ci possono essere due soluzioni. Per quanto riguarda la legge europea, la Commissione deve agire e verificare se le decisioni prese da tutti gli stati membri siano prese in accordo con questa.