ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Settimana corta a Parlamento Ue causa sciopero

Lettura in corso:

Settimana corta a Parlamento Ue causa sciopero

Dimensioni di testo Aa Aa

Settimana più corta, causa sciopero. Accade al Parlamento europeo: per evitare i disagi causati dallo sciopero generale indetto in Francia per giovedì, i deputati europei hanno rinviato una votazione che era prevista per quel giorno a Strasburgo.

Una decisione che non ha mancato di sollevare qualche polemica, dal momento la giornata lavorativa in meno sarà pagata lo stesso. Ma in molti l’hanno presa con filosofia.

Sven Giegold, Verdi: “Francamente, non è un grosso problema. E non sarà difficile tornare dalla Francia alla Germania. Il problema, sarà piuttosto per i colleghi belgi e francesi”.

Solidarietà nei confronti dei lavoratori è stata espressa dal capogruppo dei Socialisti e Democratici, Martin Schulz.

“Penso che le tensioni sociali in Europa stiano crescendo. Chi fa sciopero, in Francia e altrove, ha tutta la mia comprensione. Se si pensa che nel 2009, l’anno della crisi, le tre principali banche britanniche hanno guadagnato 23 miliardi di euro e ne hanno distribuito nove miliardi in bonus, e che al tempo stesso si aumentano le tasse per imprenditori e impiegati, si capiscono bene le ragioni dello sciopero”.

In Francia, è la controversa riforma delle pensioni a portare i lavoratori in piazza. Ma l’autunno sarà caldo in diversi paesi europei: a cominciare da Bruxelles, dove per il 29 settembre è stata indetta una manifestazione contro i piani di austerità varati dai governi dei Ventisette.