ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Svezia: incertezza dopo le elezioni

Lettura in corso:

Svezia: incertezza dopo le elezioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Svezia alle prese con un futuro politico incerto. Il centro-destra del premier uscente Frederik Reinfeldt ha vinto le elezioni ma, senza una maggioranza assoluta, deve cercarsi un alleato scomodo.  
 
Ed è piuttosto l’ascesa dell’estrema destra xenofoba a dominare le pagine dei giornali e le chiacchiere della gente.
 
“È triste che i Democratici di Svezia siano così decisivi”, dcie uno svedese, “La soluzione per avere un parlamento stabile potrebbe essere una grande coalizione tra socialdemocratici e moderati”.
 
“Cresceranno sospetto e ostilità contro gli immigrati”, commenta una svedese, “le pene saranno inasprite”.
 
L’estrema destra ha ottenuto 20 seggi in parlamento; 172 vanno al centro destra e 157 alla coalizione verdi-socialdemocratici.
 
Cercherò l’appoggio dei verdi, ha già dichiarato il premier Reinfeldt, alla guida di quattro partiti di centro destra. Non collaborerò con i Democratici di Svezia, non li toccherei nemmeno con le pinze.
 
Anti-islamico, Jimmi Akesson e il suo partito sono impegnati in una battaglia contro gli immigrati, oltre il 14 per cento della popolazione svedese.
 
Sconfitto il centro sinistra, che puntava sulla socialdemocratica Mona Sahlin per recuperare un primato lungo ottant’anni e perso quattro anni fa.
 
I mercati finanziari intanto accusano il colpo dell’inconsueta incertezza politica, in un paese in piena ripresa economica.