ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

New York, al via vertice Onu contro la povertà

Lettura in corso:

New York, al via vertice Onu contro la povertà

Dimensioni di testo Aa Aa

Primo giorno del Vertice Onu sullo sviluppo del nuovo Millennio, in un palazzo di vetro blindato. Sei sedute plenarie, tre giornate consecutive consacrate a dare nuovo slancio al raggiungimento degli obiettivi fissati nel 2000, in primis la lotta alla povertà.

Il presidente francese Nicolas Sarkozy ha chiesto una tassa sulle transazioni finanziarie per aiutare lo sviluppo. L’idea non piace a tutti, e vede in particolare l’opposizione di giganti finanziari come Stati Uniti e Gran Bretagna, oltre ai paesi asiatici, il Canada e l’Australia, mentre è bene accolta ad un Paese emergente che ‘conta’ come il Brasile.

Un miliardo di euro è il contributo che l’Europa ha portato invece a New York.

Ma non basta, molto resta ancora da fare, ha ricordato il segretario generale Ban Ki-Moon, il tempo passa: mancano all’appello circa 20 miliardi di euro rispetto alle promesse iniziali, e contro la povertà i fondi saranno comunque insufficienti, anche se le cose sembrano andare un pochino meglio in battaglie lunghe e difficili come quelle contro la fame.

I leader mondiali debbono rendere conto del loro operato a 900 milioni di persone che soffrono la fame. In molti criticano l’assenza di un piano globale per recuperare il ritardo sugli obiettivi per il 2015.