ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Elezioni afghane, 700 denunce di brogli

Lettura in corso:

Elezioni afghane, 700 denunce di brogli

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ ancora presto per stabilire se le elezioni politiche afghane siano state un successo, come alcune autorità del Paese si erano affrettate a dichiarare alla chiusura delle urne sabato scorso.

Le operazioni di spoglio delle schede continuano; i primi risultati parziali sono previsti per mercoledì, quelli definitivi per fine ottobre.

Si parla di un’affluenza alle urne pari al 40 per cento, ma anche questo è un dato non ancora confermato. Di sicuro ci sono le denunce di brogli: almeno 700 sono giunte alla Commissione elettorale, relative soprattutto alla falsificazione di certificati e a episodi si intimidazione e aggressione.

Continuano intanto gli attacchi ai militari stranieri. Un soldato dell’Isaf è stato ucciso oggi nel sud del Paese, nel giorno in cui le forze britanniche hanno ceduto agli americani il controllo della provincia di Sangin, una delle più violente dell’Afghanistan.