ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Svezia alle legislative all'ombra dell'estrema destra

Lettura in corso:

Svezia alle legislative all'ombra dell'estrema destra

Dimensioni di testo Aa Aa

Con i sondaggi dalla sua parte, il premier uscente Fredrik Reinfeld ha votato alle elezioni legislative in Svezia. Un voto che dovrebbe segnare la riconferma -storica – del centro destra. Reinfeld, 45 anni, vanta, con il suo esecutivo, una ripresa economica tra le più forti in Europa, e uno stato delle finanze pubbliche tra i più sani dell’Unione.

Risultati che – secondo l’opposizione guidata dai Social-Democratici di Mona Sahlin -, hanno però comportato pesanti tagli a quel famoso welfare che proprio il suo partito ha forgiato in quasi un secolo di dominio della politica svedese.

Comunque vada, nessuno dei due blocchi sembra proiettato verso una maggioranza assoluta. A fare da ago della bilancia potrebbe essere l’estrema destra di Jimmi Akesson. I “Democratici di Svezia” si appresterebbero infatti a compiere uno storico ingresso nel Parlamento di Stoccolma. Negano di essere razzisti, ma hanno già promesso di volere dettare le proprie regole una volta nel Riksdag, a partire da un freno all’immigrazione in un Paese dove gli immigrati costituiscono il 14 percento della popolazione.

Entrambi gli schieramenti hanno però escluso collaborazioni col partito.