ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Messa storica per gli armeni in Turchia

Lettura in corso:

Messa storica per gli armeni in Turchia

Dimensioni di testo Aa Aa

Un gesto simbolico secondo la Turchia, non sufficiente secondo l’Armenia. Per la prima volta da oltre 90 anni, i pellegrini armeni hanno potuto celebrare la messa ortodossa alla Chiesa della Santa Croce di Ahktamar, nel sudest della Turchia.

Caduta in rovina, la Chiesa – innalzata nel decimo secolo – è stata poi restaurata e aperta in questa occasione unica. Ma senza la croce esposta, motivo di polemica per tanti. Anche se qualcuno gioisce per un momento a lungo atteso: “È una fortissima emozione – dice un pellegrino -. Non riesco a smettere di piangere quando si sente il coro all’interno della Chiesa. È indescrivibile”. “Ricordo mio nonno e mio padre – dice una donna. Volevano venire qui ma purtroppo non hanno potuto. Oggi io sono qui. Almeno io posso essere qui”.

Quella che Ankara considera una concessione, un’apertura nei confronti di Yerevan, da molti viene però bollata come propaganda. Una mossa da parte di Ankara per guadagnare terreno nel problematico cammino dell’ambito ingresso nell’Unione europea, impossibile senza la garanzia della libertà religiosa. Nella capitale armena, migliaia di persone hanno protestato vicino al monumento in memoria di quello che gli armeni considerano il genocidio della loro comunità ad opera dell’Impero Ottomano, non riconosciuto da Ankara.