ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mea culpa del Papa: vittime degli abusi come martiti

Lettura in corso:

Mea culpa del Papa: vittime degli abusi come martiti

Dimensioni di testo Aa Aa

Un Papa commosso quello visto ieri a Londra nel penultimo giorno della sua visita in Gran Bretagna.
Prima il mea culpa di Benedetto XVI per lo scandalo dei preti pedofili e poi la santa messa ad Hyde Park dove per la veglia notturna sono accorsi quasi 100 mila fedeli.

Nel pomeriggio nella Nunziatura apostolica, Ratzinger è tornato a chiedere scusa per la vicenda degli abusi sessuali che da tempo getta ombre sulla Chiesa manifestando tutto il suo dolore e la sua vergogna. Il Pontefice ha voluto rivivere quelle tremende esperienze ascoltando i racconti e i tormenti di alcune delle vittime.

Mentre il Papa assicurava che la Chiesa Cattolica
farà tutto il possibile per far luce su questa tremendia storia nelle strade della City 11 mila persone manifestavano contro la sua visita nel Regno Unito. C’eran slogan contro la posizione del Vaticano su aborto e profilattici ma soprattutto contro la mancata denuncia dei casi di pedofilia all’interno della Chiesa.

Questa mattina il Pontefice sarà a Birmingham celebrerà la messa e l’Angelus della domenica, in serata il suo rientro a Roma.