ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tusk: "La Polonia non si lascerà influenzare su leader ceceno Zakayev"

Lettura in corso:

Tusk: "La Polonia non si lascerà influenzare su leader ceceno Zakayev"

Dimensioni di testo Aa Aa

La Polonia sarà indipendente nel decidere sul futuro del leader ceceno Akhmed Zakayev, fermato a Varsavia dalla polizia locale. Lo ha riferito il premier Donald Tusk, secondo cui il Paese seguirà gli interessi polacchi e non si lascerà influenzare dalle “aspettative altrui”. Il richiamo è a Mosca, che – come ha precisato il Ministero degli Esteri russo – intende ‘‘seguire attentamente la situazione”.

Zakayev, che gode dell’asilo politico in Gran Bretagna, era giunto in Polonia per partecipare a un congresso di indipendentisti ceceni, organizzato in una città poco distante dalla capitale. È stato arrestato sulla base di un mandato di cattura internazionale voluto da Mosca, che lo reputa responsabile di alcuni attentati terroristici.

“Se vi è legalità e giustizia nel mondo, allora Zakayev deve estradato verso la Federazione Russa e punito secondo la legge” ha affermato da Grozny il presidente ceceno filo-russo Ramzan Kadyrov.

Giovedì il premier polacco aveva precisato che la decisione di fermare Zakayev spettava alla Procura, organo indipendente dal governo di Varsavia. Ma per la concessione di un’eventuale estradizione, richiesta ufficialmente da Mosca, è necessaria – come spiegato da Tusk – la controfirma del Ministro della Giustizia.