ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scontro Sarkozy-Barroso. Sui rom la Francia non fa marcia indietro. L'UE: discriminazioni inaccettabili.

Lettura in corso:

Scontro Sarkozy-Barroso. Sui rom la Francia non fa marcia indietro. L'UE: discriminazioni inaccettabili.

Dimensioni di testo Aa Aa

La questione dei rom infiamma l’Unione Europea, con tanto di scontro verbale acceso tra il presidente francese e il leader della commissione europea. Se per Barroso espellere i nomadi non risolve il problema e ogni discriminazione è inaccettabile, per Sarkozy non sembra esserci altra soluzione: il capo dell’Eliseo difende il suo operato chiamando in causa anche la Germania.

“ Anche Angela Merkel mi aveva annunciato l’intenzione di procedere allo smantellamento di campi Rom nel suo paese. Penso che sia un’azione sensata quella del cancelliere tedesco”.

Immediata la smentita di Berlino. La Merkel ha precisato di non aver mai parlato di nomadi difendendo il diritto-dovere della Commissione di verificare il rispetto delle norme da parte dei singoli Stati. Parere questo condiviso anche dalla Romania.

“ Non importa se ci sarà o meno un’indagine, ha sottolineato il presidente Basescu.Secondo me oggi la controversia Parigi-Bruxelles è da considerarsi chiusa.

Alla fine della riunione sono stati elecanti 5 punti che tamponano cosi’ gli effetti di un pesante scontro istituzionale. Sulla condizione dei rom invece tutto rinviato. Se ne riparlera’, forse, in un prossimo vertice.