ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Glasgow attende il Papa. Senza troppo calore

Lettura in corso:

Glasgow attende il Papa. Senza troppo calore

Dimensioni di testo Aa Aa

La ‘perfida Albione’ si prepara ad un’accoglienza non proprio calorosa per Papa Benedetto XVI, primo Pontefice ad effettuare una visita di Stato nel Regno Unito.

A poche ore dall’inzio della visita i cittadini britannici sembrano divisi in due categorie maggioritarie: quelli indifferenti e quelli ostili alla presenza di Ratzinger.

L’afflusso stimato di fedeli per la messa di Glasgow è di65.000 persone, un terzo in meno di quelle inizialmente previste. E riesplodono le polemiche sulla pedofilia.

“Chiediamo al Papa di rivelare i nomi di tutti i prelati pedofili” dice una vittima di abusi. “Vogliamo inoltre che vengano resi pubblici i dossier riguardanti gli abusi sessuali da parte dei preti e che vengano messi a disposizione delle forze dell’ordine dei Paesi di provenienza dei sacerdoti responsabili”.

Ma le polemiche travalicano i confini di San Pietro e quelli britannici. Non sarà a Glasgow – ufficialmente per malattia – il cardinale tedesco Walter Kasper che pochi giorni fa aveva paragonato il Regno Unito a un Paese del terzo mondo, in ragione della cultura ateista e secolarista che si respira nell’isola.

Una visita dunque condita da forti polemiche, non ultima quella sulle posizioni della Chiesa nei confronti dell’omosessualità.