ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tre chili di "Esperanza" in Cile. Fiocco rosa tra i minatori

Lettura in corso:

Tre chili di "Esperanza" in Cile. Fiocco rosa tra i minatori

Dimensioni di testo Aa Aa

Dalla Clinica Ostetrica di Copaco, in Cile, un’altra iniezione al morale dei 33 minatori, da oltre un mese prigionieri a 700 metri di profondità.

Uno di loro, Ariel Ticona, è diventato papà per la terza volta. Poco più di tre chili, alla piccola è stato dato il nome di “Esperanza”: implicito incoraggiamento al padre, a cui verrà presto inviato un filmato del parto.

“E’ un po’ triste – racconta commossa la nonna, Maria Yanez -, perché mio figlio non ha potuto assistere alla nascita della piccola. Avrei tanto voluto che fosse qui, ma non è stato possibile. Il video però lo renderà felice”.

Le immagini che provengono dal sottosuolo continuano intanto ad alimentare anche un’altra speranza: quella sul morale del gruppo.

Cibo e medicinali non sembrano mancare. Ma soprattutto, proseguono gli scavi. Mentre quelli del primo pozzo di salvataggio hanno superato i 280 metri, dopo quattro giorni di stop a causa di un problema tecnico, sono ripresi anche quelli del secondo.