ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Medio Oriente: riserbo sui negoziati di pace

Lettura in corso:

Medio Oriente: riserbo sui negoziati di pace

Dimensioni di testo Aa Aa

A Sharm el-Sheikh, i colloqui israelo-palestinesi sotto l’egida americana sono andati nel senso giusto.

È quanto trapela dal secondo round delle trattative in Egitto, primo degli appuntamenti quindicinali fissati lo scorso 2 settembre a Washington. Domani, la ripresa dei negoziati a Gerusalemme.

L’inviato americano per il Medio Oriente, George Mitchell, dice poco di più: “Oggi, le parti hanno avviato un serio dialogo sulle questioni cruciali. Entrambe concordano che per il successo di tali negoziati e la delicatezza degli argomenti trattati è necessario il massimo riserbo. Quindi, come in passato, come oggi e come in futuro, ciò che le parti ed io potremmo svelare dell’incontro è e sarà molto poco”.

Ma, dice, perché il dialogo possa essere costruttivo, un compromesso va trovato coi palestinesi sulla controversa questione delle nuove costruzioni israeliane: la moratoria che le sospende deve essere comunque prolungata oltre la scadenza del 26 settembre.

Entrambe le parti, ha sottolineato Mitchell, hanno questa responsabilità ai fini dell’obiettivo comune: due stati per due popoli entro un anno.