ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Romania, identificato relitto sottomarino russo

Lettura in corso:

Romania, identificato relitto sottomarino russo

Dimensioni di testo Aa Aa

Identificato nel sud-est della Romania il relitto di un sottomarino russo scomparso durante la Seconda Guerra Mondiale. Si tratterebbe – per chi l’ha scoperto – dell’‘SC-213’, che, secondo l’archivio militare sovietico, nel febbraio del 1942 silurò la nave ‘Struma’ con a bordo più di 700 profughi ebrei in viaggio verso la Palestina.

Il relitto è stato ritrovato due anni fa da una squadra di sommozzatori romeni e olandesi, ma il suo riconoscimento ha richiesto tempo. “Era completamente coperto di conchiglie, melma e reti da pesca” spiega Harry Bakker, uno di loro. “Abbiamo fatto parecchie immersioni solo per togliere tutto ciò e finalmente, dopo averlo ripulito, abbiamo iniziato a scoprire alcune parti che ci hanno messo sulla buona strada per l’identificazione del sottomarino”.

68 anni fa, il mezzo navale colpì una mina ed affondò a una decina di chilometri dal porto romeno di Costanza, sulla sponda occidentale del Mar Nero. Il relitto si trova a a una profondità di oltre trenta metri. Per decenni diversi team internazionali di sommozzatori hanno cercato di ritrovare il sommergibile responsabile di uno dei fatti più dolorosi della Seconda Guerra Mondiale. Il siluramento della ‘Struma’ causò la morte di 768 persone.