ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia, Papandreou esclude ristrutturazione debito

Lettura in corso:

Grecia, Papandreou esclude ristrutturazione debito

Dimensioni di testo Aa Aa

Nuove proteste in Grecia contro la politica di austerità decisa dal governo. Gli ultimi a scendere in piazza sono stati i vigili del fuoco. Ma l’esecutivo non intente fare marcia indietro. Rispetterà gli obiettivi di riduzione del deficit – ha confermato il premier George Papandreou – il quale ha escluso una ristrutturazione del debito pubblico, che, ha avvisato, avrebbe conseguenze disastrose per il Paese.

“In tal caso potremmo parlare di un potenziale e probabile crollo del sistema bancario e della perdita delle proprietà dei greci, che sarebbero una tragedia per tutte le famiglie” ha detto il premier nel corso di una conferenza stampa. “Ma abbiamo evitato ciò. Nessuna ulteriore discussione. Abbiamo fatto quello che dovevamo per allontanarci dalla bancarotta”.

Papandreou si è impegnato a proteggere le fasce più deboli della popolazione e ha escluso nuove misure di austerità. Ha riconosciuto che alcuni problemi contingenti hanno rallentato la decrescita del deficit, ma ha assicurato che questo continua a scendere. Per il premier il governo può riuscire a centrare l’obiettivo di ridurre entro l’anno il debito pubblico di circa il 40 per cento.