ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina: uno storico accusato di spionaggio

Lettura in corso:

Ucraina: uno storico accusato di spionaggio

Dimensioni di testo Aa Aa

In Ucraina, il direttore di un museo sulla guerra e sui prigionieri politici si è ritrovato accusato di spionaggio. I servizi di sicurezza sostengono che Ruslan Zabily, curatore del museo che ha sede a Leopoli, nella vecchia prigione di Lonsky Street, volesse divulgare segreti di Stato e hanno sequestrato il suo computer.

Lo studioso replica respingendo ogni addebito: “Come storico, ho sempre lavorato con questi documenti, ma prima erano di pubblico dominio nell’archivio nazionale dei servizi di sicurezza. Ho usato queste fonti per molto tempo, così come hanno fatto altri esperti. Penso che il vero motivo sia che le attuali autorità stanno alterando la percezione del passato storico.”

Secondo Zabily, l’inchiesta riflette il tentativo di insabbiare i crimini sovietici dell’epoca di Stalin.
Nel 2009, l’allora presidente Viktor Yushenko aveva aperto gli archivi del KGB, ma la sua politica è stata ribaltata dal successore, il filorusso Viktor Yanukovic.