ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ocse: la crescita rallenterà più del previsto

Lettura in corso:

Ocse: la crescita rallenterà più del previsto

Dimensioni di testo Aa Aa

Un rallentamento della crescita economica più marcato del previsto. E’ quanto sostiene un rapporto dell’Ocse. Nei Paesi del G7 si passerebbe dal 3,2 del primo trimestre all’1 per cento del quarto.

“Non è chiaro se sia solo una situazione temporanea”, afferma il capo economista dell’Ocse, Pier Carlo Padoan. Sta di fatto che le incertezze sull’occupazione frenano i consumi e quindi la ripresa.

“Ci sono una serie di fattori negativi che pesano in particolare sul comportamento delle famiglie”, spiega Padoan. “Ne citerò due: innanzitutto il mercato immobiliare ha perso slancio e questo questo rende difficile stabilire quale sarà la dinamica dei prezzi delle case. L’altro elemento che incide negativamente sulle famiglie è la disoccupazione”.

Per gli Stati Uniti l’Ocse prevede una crescita dell’1,4 nel quarto trimestre dopo il 2 per cento del terzo. In Giappone la situazione dovrebbe stabilizzarsi con il pil in lieve aumento nel terzo e quarto trimestre.

Brusca discesa anche per la crescita britannica, e un rallentamento molto netto nella zona euro dopo un sorprendente secondo trimestre.

In Italia il terzo trimestre sarebbe addirittura negativo per poi riprendere con un modesto aumento nell’ultima parte dell’anno.