ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: avanti con la riforma delle pensioni

Lettura in corso:

Francia: avanti con la riforma delle pensioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Ieri la massiccia protesta di piazza, oggi la risposta del governo francese: non cederemo sul previsto innalzamento dell’età minima pensionabile da 60 a 62 anni, anche se Sarkozy ha chiesto ai ministri alcune modifiche meno fondamentali.

“Ci sono cose che costituiscono il fulcro della riforma e che proprio per questo non sono negoziabili”, dichiara il portavoce del governo, “Se tocchiamo l’età, crolla l’equilibrio complessivo della riforma”.

Deroghe possibili solo per chi lavora fin dall’adoloscenza o fa un lavoro particolarmente pesante. Un ritocco che per l’Eliseo vale circa 350 milioni di euro.

“Il governo segue una logica politica e finanziaria in risposta alla crisi. Ed è questo che non funziona”, dice Jean-Claude Mailly di FO, tra i principali sindacati di Francia, “Che cosa ha detto ieri la gente nei cortei? Che non ha voglia di lavorare più a lungo. Non vedo come si possa evitare un’altra mobilitazione”.

Ieri, sciopero generale e quasi 200 cortei in tutto il paese, con l’appoggio del 70 per cento dei francesi.

Secondo il ministero, poco più di un milione i manifestanti. Quasi tre, ribattono gli otto sindacati uniti che programmano già un’altra grande mobilitazione dalla metà di settembre in avanti.