ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

N.Zelanda, dopo il terremoto la tempesta

Lettura in corso:

N.Zelanda, dopo il terremoto la tempesta

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo il terremoto, la tempesta. A Christchurch, città neozelandese squassata dal sisma di sabato mattina, è in arrivo una depressione con raffiche di vento fino a 130 chilometri orari, che rischia di provocare ulteriori danni agli edifici.

L’inclemenza del tempo si aggiunge alle scosse di assestamento, fino al quinto grado della scala Richter, dopo la scossa distruttrice iniziale di magnitudo 7,1.
L’energia elettrica è stata ripristinata nel 90 per cento dei quartieri colpiti, l’acqua corrente nell’80 per cento, anche se non è potabile perché inquinata da infiltrazioni dovute a rotture nella rete.

Centinaia di abitanti preferiscono passare un’altra notte in automobile o in ripari di fortuna. Circa 300 senza tetto sono stati accolti in centri di emergenza, un migliaio sono stati rifocillati con cucine da campo allestite da associazioni di volontariato.

Lo stato d’emergenza è ancora in vigore nella città di 350 mila abitanti, la seconda della Nuova Zelanda. I danni ammontano a oltre un miliardo di euro e le autorità prevedono un lavoro di diverse settimane per la messa in sicurezza degli edifici.