ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pakistan, 57 morti nell'attacco di Quetta

Lettura in corso:

Pakistan, 57 morti nell'attacco di Quetta

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ salito a 57 morti e circa 160 feriti il bilancio dell’attacco suicida di ieri a Quetta. Un attacco rivendicato dai taleban del Pakistan, messo a segno contro musulmani sciiti nell’ultimo venerdì di Ramadan, in un Paese ancora in ginocchio per le inondazioni. Particolari, questi, che rendono ancora più incomprensibile la feroce violenza del gruppo terroristico legato ad al Qaeda.

La strage è avvenuta due giorni dopo che Washington aveva aggiunto i taleban pachistani, formazione guidata da Hakimullah Mehsud, alla lista delle organizzazioni terroristiche internazionali.

“E’ una tragedia, accaduta a causa dell’inefficienza del governo – dice un residente -. E purtroppo ce ne saranno altre, finché non avremo un governo migliore e leader che si occuperanno davvero di questo Paese”.

“Che cosa possiamo fare ora? – aggiunge un commerciante – L’intera città è in subbuglio. Sono i giorni dell’Eid, la gente deve fare spese. Ma gli affari vanno male. Da una parte le inondazioni, dall’altra queste bombe. L’economia va a rotoli. Che cosa diventerà questo Paese?”

I taleban hanno dichiarato che l’attacco di venerdì è stata una vendetta contro l’assassinio di religiosi sunniti da parte di sciiti. Hanno anche annunciato nuovi attacchi contro Europa e Stati Uniti.