ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Moldova, referendum sull'elezione del presidente

Lettura in corso:

Moldova, referendum sull'elezione del presidente

Dimensioni di testo Aa Aa

I moldavi si esprimeranno domani sulla riforma costituzionale per consentire l’elezione diretta del presidente della Repubblica. Un referendum destinato a risolvere un’impasse politica che dura da 18 mesi. La piccola Nazione dell’ex blocco sovietico, candidata all’ingresso nell’Unione europea, non riesce infatti a eleggere il Capo dello Stato, per il quale sono attualmente necessari i 3/5 dei voti del Parlamento.

Tutti i sondaggi danno per scontata la vittoria del “sì”, nonostante il boicottaggio proclamato dalla potente minoranza comunista.

“Andrò a votare e voterò sì – dice un’elettrice -. Voglio il cambiamento in questo Paese, voglio veder riconosciuto il mio diritto a eleggere un presidente, senza che siano altri a fare la scelta per conto mio”.

“Non andrò a votare – replica un altro -, perché non sono d’accordo con la politica della cosiddetta Alleanza per l’integrazione europea. I leader pensano solo a loro stessi, non s’interessano del popolo moldavo. Parlano solo di Europa e di Romania…”

L’Alleanza per l’integrazione europea, coalizione liberale attualmente al governo, punta a rafforzarsi col successo del “sì” nel referendum.