ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Minatori cileni, nuova perforatrice al lavoro

Lettura in corso:

Minatori cileni, nuova perforatrice al lavoro

Dimensioni di testo Aa Aa

L’hanno battezzata la “macchina della speranza”. E’ la nuova perforatrice che allargherà un condotto già esistente permettendo ai 33 minatori cileni imprigionati sotto terra di essere riforniti più facilmente e rapidamente. La macchina affiancherà da domani quella più grande che sta lavorando alla perforazione di un canale lungo 702 metri e largo 66 centimetri destinato a portare in salvo i minatori.

“Oggi possiamo dire che il piano A sta funzionando. Il piano B sta per essere avviato, domenica perforeremo con la nuova attrezzatura – dice il responsabile dei soccorsi -. E per il piano C ci stiamo organizzando: dal 18 settembre avremo disponibile una terza alternativa”.

Nulla viene lasciato intentato per riportare in superficie i minatori bloccati sottoterra dal 5 agosto e destinati a restarci ancora 2 mesi. Esperti della Nasa hanno consigliato una dieta specifica per chi è privato della luce solare. I familiari dei minatori assistono da vicino alle operazioni di soccorso. Un cavo a fibra ottica è stato calato nel pozzo per migliorare le comunicazioni e consentire ai prigionieri di assistere in diretta alla partita di calcio tra Cile e Ucraina che si disputerà martedì.