ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lisbona: pedofilia in orfanotrofio, sei condanne

Lettura in corso:

Lisbona: pedofilia in orfanotrofio, sei condanne

Dimensioni di testo Aa Aa

Pedofili all’orfanotrofio Casa Pia, il tribunale di Lisbona ha deciso: sono colpevoli sei dei sette accusati nel processo fiume per gli abusi ai danni di 32 ragazzi.

Diciotto anni al principale accusato, Carlos Silvino, autista e giardiniere, unico ad aver confessato; 600 i reati a suo carico. Sono anch’io una vittima delle violenze alla Casa, si è giustificato.

Scagionata invece la proprietaria di un alloggio in cui avevano luogo le violenze.

Tra i cinque e i nove anni agli altri accusati, sette alla vedette della televisione portoghese, Carlos Cruz: “È stata commessa una grande ingiustizia nei miei confronti. Hanno inventato una bugia mostruosa. È un tremendo errore giudiziario che rimarrà per sempre nella storia della giustizia portoghese”

A far esplodere il caso, le dichiarazioni alla stampa nel 2002 di una delle vittime. Poi, le denunce degli altri e i sei anni di attesa per il verdetto.

Soddisfatto l’avvocato dei ragazzi, che ha vissuto alla Casa, tra i primi a credere alle loro parole: “Per tanti anni, siamo stati perseguitati, minacciati, hanno usato di tutto contro di noi. Ora finalmente si riconosce che dicevamo la verità”.

Ma il ricorso in appello lascia liberi i sei nonostante la condanna.