ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scandalo Casa Pia, violenze in orfanotrofio a Lisbona

Lettura in corso:

Scandalo Casa Pia, violenze in orfanotrofio a Lisbona

Dimensioni di testo Aa Aa

A far scoppiare lo scandalo Casa Pia, le dichiarazioni alla stampa nel 2002 di un giovane che sarebbe stato violentato per anni all’stituto pubblico portoghese.

Un orfonotrofio che da oltre due secoli accoglie bimbi e adolescenti in difficoltà. Ma che dagli anni novanta era teatro di violenze su minori.

Una trentina in tutto le vittime, che cominciano a parlare. Si arriva al primo arresto.

Carlos Silvino, autista e giardiniere, a suo carico più di 600 crimini, finora l’unico ad aver ammesso gli abusi.

Farebbe parte di una rete di pedofili che vede implicate diverse personalità pubbliche.

Tra cui Carlos Cruz, vedette della tivù portoghese,

E poi Jorge Ritto, un ex ambasciatore portoghese all’Unesco.

E Ferreira Diniz, un medico

Sette in tutto gl iaccusati, tra cui anche la proprietaria di una casa nel sud est del Portogallo, uno dei luoghi in cui, secondo le vittime, venivano consumati gli abusi al di fuori della Casa Pia.

A disposizione dei pedofili, anche un appartamento a Lisbona.