ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Avanti con gli attacchi". Hamas sfida i negoziati

Lettura in corso:

"Avanti con gli attacchi". Hamas sfida i negoziati

Dimensioni di testo Aa Aa

Avanti con gli attacchi per ribadire il proprio no ai negoziati di pace.

Hamas conferma linea dura e volontà di sabotare la ripresa, a Washington, dei colloqui diretti fra israeliani e palestinesi.

Incontri celebrati come storici, ma secondo il portavoce del movimento islamico che controlla la Striscia di Gaza, invece del tutto illegittimi. Al pari, ha detto, del presidente dell’Autorità Nazionale Palestinese.

“Mahmud Abbas – ha detto Fawzi Bahroum – non ha titolo per rappresentare il popolo palestinese. Per questo non consideriamo vincolanti questi negoziati”.

Un messaggio sottolineato dagli attacchi in Cisgiordania, rivendicati negli ultimi due giorni da Hamas. Quattro morti e due feriti fra la regione di Hebron e quella di Ramallah, che hanno suscitato l’indignazione internazionale ed esasperato il confronto sulla già delicata questione degli insediamenti.

Nodo chiave perché i palestinesi proseguano nelle trattative, su cui il Consiglio dei coloni di Yesha ha però lanciato la sfida, votando la ripresa unilaterale delle costruzioni, in barba alla moratoria che scade il 26 settembre.