ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tony Blair, uscita la sua autobiografia

Lettura in corso:

Tony Blair, uscita la sua autobiografia

Dimensioni di testo Aa Aa

Tony Blair difende il suo decennio al potere nell’autobiografia uscita nelle librerie. Nel libro, intitolato “A Journey” (“Un viaggio”), l’ex primo ministro britannico non risparmia rivelazioni intime, usando uno stile molto diretto. Riguardo all’intervento militare britannico in Iraq, Blair esprime il suo rammarico per i morti, ma continua a difendere la decisione di intervenire.
 
“Penso sia chiaro che non ci sono scuse da parte di Blair. Giustifica tutto ciò che ha fatto, parla delle guerre future con l’Iran. Tutto ciò mostra che è un guerrafondaio convinto” afferma una pacifista.
 
Per dimostrare la propria solidarietà ai soldati, l’ex premier ha annunciato nelle scorse settimane di voler devolvere i proventi delle vendite della sua autobiografia a sostegno dei militari feriti in combattimento.
 
Riguardo al suo successore Gordon Brown, l’autore non usa mezzi termini. ‘‘Sapevo che sarebbe stato un disastro come premier” afferma nel testo, dove, pur apprezzando diverse qualità di Brown, lo giudica, inoltre, privo di “intelligenza emotiva”.
 
Nel libro Blair affronta anche diversi aspetti della propria vita privata. Non ultimo il consumo di alcuni alcolici. “Un whisky o un gin tonic per aperitivo, e qualche bicchiere di vino a cena. Niente di eccessivo – ha scritto Blair – avevo un limite. Ma sapevo che ciò era diventato una forma di sostegno”.