ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Ue si rimette al lavoro, sfiduciosi i cittadini europei

Lettura in corso:

L'Ue si rimette al lavoro, sfiduciosi i cittadini europei

Dimensioni di testo Aa Aa

Rientro offuscato da un clima di sfiducia. Le istituzioni europee si rimettono al lavoro, mentre il sostegno popolare nei confronti dell’Unione tocca il livello più basso da nove anni a questa parte.

Un sondaggio di Eurobarometro mostra che il 49 per cento dei cittadini europei, un dato in discesa di 4 punti, ritiene l’appartenenza all’Europa una cosa positiva. La fiducia nelle istituzioni passa dal 48 al 42 per cento.

“Questi dati hanno a che vedere con la più grave crisi economico-finanziaria dagli anni trenta e la maniera non coordinata in cui è stata gestita”, afferma Felix Roth, analista del Centre for European Policy Studies.
“Gli Stati membri avrebbero dovuto intervenire su scala europea. Ma lo hanno fatto su base nazionale, con il salvataggio nazionale delle banche. Se lo avessero fatto a livello europeo invece avrebbero trasmesso ai cittadini questo messaggio: siamo capaci di coordinare i nostri Stati membri”.

La governance economica e la regolamentazione finanziaria sono i grandi dossier dell’autunno. Il 16 settembre il summit speciale dedicato alle proposte del gruppo di lavoro guidato dal presidente dell’Unione Hermann Van Rompuy.