ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tragedia Bratislava, omicida deteneva armi legalmente

Lettura in corso:

Tragedia Bratislava, omicida deteneva armi legalmente

Dimensioni di testo Aa Aa

L’intera Slovacchia sta cercando di capire cosa abbia potuto spingere un uomo, ieri, a sparare contro una famiglia, uccidendola, e per strada. Un 48enne ex militare – secondo alcuni media locali – che, in un quartiere nella periferia di Bratislava, ha tolto la vita a sei persone di etnia rom, appartenenti allo stesso nucleo familiare, e a una donna, colpita da un proiettile vagante. E che poi, circondato dalla polizia, si è suicidato. Con sé aveva diverse armi, tra cui un fucile d’assalto, risultate essere detenute legalmente.

Mentre cercava di sfuggire alle forze dell’ordine, l’uomo ha aperto il fuoco in una strada frequentata, vicino a un supermercato. Almeno quattordici risultano i feriti, tra cui un bambino di pochi anni e un poliziotto. Le indagini dovranno ora chiarire i motivi che hanno spinto l’uomo a uccidere. Il Ministro dell’Interno slovacco ha detto di non voler fare ‘‘congetture su un eventuale movente razziale’‘.