ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tragedia Bratislava, all'origine forse contrasti vicinato

Lettura in corso:

Tragedia Bratislava, all'origine forse contrasti vicinato

Dimensioni di testo Aa Aa

Potrebbe essere legato a contrasti di vicinato il movente del responsabile della tragedia di Bratislava. Si chiamava Lubomir Harman l’uomo che
lunedì ha ucciso, nella periferia della capitale slovacca, sette persone a colpi di arma da fuoco.
Aveva 48 anni, era membro di un club sportivo di tiro a segno di riservisti e possedeva legalmente alcune armi. Viveva da solo, nello stesso edificio della famiglia di etnia rom da lui sterminata. Dettagli resi noti dal capo della Polizia Jaroslav Spisiak e dal Ministro dell’Interno Daniel Lipsic.
 
“Non era un soldato di professione o un ufficiale di polizia” ha spiegato quest’ultimo. “Non conosciamo ancora il movente ma molto probabilmente è legato a problemi di vicinato. Non abbiamo affatto prove sul fatto che il movente sia stato razziale”.
 
L’uomo, oltre ai sei membri della famiglia rom, ha ucciso anche una donna, raggiunta da un proiettile vagante. Nuovi dettagli sono emersi anche sulla morte dell’omicida. Un’autopsia ha rivelato che l’uomo, prima di suicidarsi, era stato colpito al petto dal proiettile di un poliziotto.