ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giornata mondiale dispersi, la piaga dei Balcani

Lettura in corso:

Giornata mondiale dispersi, la piaga dei Balcani

Dimensioni di testo Aa Aa

Dispersi. Oggi la Croce Rossa celebra la giornata internazionale delle persone scomparse. Dall’Iraq all’Argentina. Passando per il Kosovo e i Balcani dove la memoria è più viva che mai. Secondo il Comitato Internazionale della Croce Rossa quasi 15.000 persone risultano disperse nei conflitti balcanici degli anni Novanta.

“Tutte le istituzioni, locali come internazionali, devono ricordare che queste persone hanno un nome e un volto” dice la responsabile di un’associazione per le persone scomparse a Pristina.

Secondo la Croce Rossa ancora oggi questa situazione pesa su 200.000 persone, familiari dei dispersi.

“Ho perso la speranza di ritrovare vivo mio figlio” spiega un uomo. “Riavere i resti è ormai il solo desiderio, per poter andare su una tomba a mettere dei fiori. Forse servirebbe a placare la rabbia che ho dentro”.

A ormai 11 anni dalla fine della guerra in Kosovo, le relazioni tese tra serbi e albanofoni impediscono la costruzione di una memoria condivisa.