ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La spia britannica uccisa da un killer professionista

Lettura in corso:

La spia britannica uccisa da un killer professionista

Dimensioni di testo Aa Aa

Il lavoro pulito di un killer, ciò escluderebbe la pista del raptus sessuale. Si infittisce il mistero sull’omicidio della spia britannica Gareth Williams, il cui corpo è stato ritrovato lunedì nel suo appartamento di Londra, fatto a pezzi in un borsone.

Nuovi dettagli sulle condizioni del cadavere fanno pensare che sia stato un depistaggio quanto inizialmente rivelato dai giornali. Si era parlato del ritrovamento di un kit per il sesso estremo e di omosessualità nascosta e ciò aveva fatto pensare a un omicidio maturato nella vita privata. Il carattere professionale dell’assassinio sembra ora escludere questa pista, già seccamente negata dalla famiglia.

Williams era esperto di codici e crittografia. Lavorava per la struttura più segreta del controspionaggio britannico e collaborava anche con i servizi statunitensi. Ora gli esperti dei due paesi indagano anche sui possibili problemi di sicurezza nazionale legati al caso.