ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Parigi respinge le accuse sui Rom

Lettura in corso:

Parigi respinge le accuse sui Rom

Dimensioni di testo Aa Aa

La Francia respinge le accuse dell’Onu sulla questione Rom. Dopo Unione europea e Vaticano, anche le Nazioni Unite, attraverso il Comitato per l’Eliminazione della Discriminazione Razziale, sono intervenute per esortare Parigi a evitare rimpatri collettivi.

Secondo il CERD, alcune delle famiglie espulse non sarebbero state correttamente informate dei loro diritti. “Ogni Stato – ha detto il vice-presidente del CERD Pierre-Richard Prosper – ha il diritto e la responsabilità di gestire le questioni legate alla sicurezza e all’immigrazione, questo lo capiamo. Tuttavia, riteniamo che non si debba agire su base collettiva, non bisognerebbe prendere di mira un gruppo nella sua interezza”.

Parigi ha assicurato di avere agito nel rispetto delle leggi, e per voce del ministro degli Esteri Bernard Kouchner ha ribattuto: “Così come accettiamo i complimenti, noi accettiamo anche le critiche, e in questo caso ce ne sono, anche se sono passate inosservate. Quello che noi non accettiamo più, è che si mescolino le carte in tavola. Mai il Presidente della Repubblica ha stigmatizzato una minoranza in funzione della sua origine”.

Con quelli degli ultimi giorni, i rimpatri di Rom dalla Francia hanno superato quota 8.000 da inizio anno.
Gli esperti del CERD hanno sottolineato che si tratta di un problema che supera i confini francesi, e che dovrebbe essere risolto a livello europeo. E a livello europeo sono in programma nei prossimi giorni una serie di incontri annunciati dal governo francese sulla questione Rom.