ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pakistan. La fuga dalla piena dell'Indo

Lettura in corso:

Pakistan. La fuga dalla piena dell'Indo

Dimensioni di testo Aa Aa

Nel sud del Pakistan continua l’esodo di massa per sfuggire alle inondazioni. L’Indo ha rotto gli argini in vari punti, nella regione di Sindh. Verso la foce il fiume ha attualmente una portata 40 volte superiore alla media. In certi punti il corso d’acqua è largo anche 10 km.

Dall’inizio del mese 7 milioni di persone hanno dovuto abbandonare le proprie case, un milione negli ultimi giorni. Thatta, una città di 300mila abitanti, a est di Karachi, vicina al delta del fiume, è semi abbandonata da venerdì, quando L’Indo ha aperto una breccia nella diga principale di protezione del centro abitato:

“La mia casa e tutti i miei averi sono spariti con l’inondazione – dice una sfollata – Due delle mie figlie si sarebbero dovute sposare il mese prossimo. Abbiamo perso anche tutti i regali di matrimonio”.

La stagione delle piogge, insolitamente violenta, ha dapprima colpito il nord, spostandosi poi a sud. In totale oltre 17 milioni di pakistani sono coinvolti dal fenomeno.