ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cile: minatori intrappolati, 5 in depressione

Lettura in corso:

Cile: minatori intrappolati, 5 in depressione

Dimensioni di testo Aa Aa

Verrà messa in funzione probabilmente domani la perforatrice che farà partire la gigantesca operazione di soccorso dei 33 minatori cileni, rimasti intrappolati a 700 metri sotto terra.
Intanto preoccupa lo stato depressivo in cui verserebbero cinque di loro, che hanno scelto di non apparire nel video e, isolatisi dagli altri, non si stanno alimentando bene.

Le famiglie si sono accampate nei pressi con tende di fortuna. Continuano a sperare e a rileggere i messaggi che hanno ricevuto dalle viscere della terra, da quando è stato ristabilito il contatto con i loro cari.

“Saluta la bambina e si accerta che sua figlia studi. È molto preoccupato. E dice che vuole sposarmi: gli ho detto di sì”, dice una donna.
Un’altra racconta: “Scrive che mi ama e che non può vivere senza di me. E poi che devo prendermi cura del bambino”, racconta un’altra. Una sorella di un minatore dice: “È una situazione disperata, non possiamo fare nulla per loro”.

Alcuni criticano la decisione presa di vagliare e filtrare le lettere che i parenti stanno inviando ai minatori, al fine di evitare loro shock emotivi.

La vicenda dei minatori ha scatenato una gara di solidarietà e ha messo sotto una nuova luce il Paese, ora unito e fiducioso nell’aiuto divino. Il dopo sisma e tsunami aveva restituito al mondo solo scene di razzie e saccheggi, mettendo in rilievo le divisioni sociali.