ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Missione Onu "sotto osservazione" per stupri collettivi nella RdC

Lettura in corso:

Missione Onu "sotto osservazione" per stupri collettivi nella RdC

Dimensioni di testo Aa Aa

La più grande missione Onu sotto osservazione, dopo l’ultimo caso di stupri collettivi nella Repubblica Democratica del Congo. Nell’esprimere una dura condanna per l’episodio, il Consiglio di Sicurezza si interroga su eventuali carenze della misione Monusco, in seguito allo stupro, avvenuto nell’area nordorientale di Nord-Kivu, di quasi 200 donne e ragazze da parte di ribelli hutu ruwandesi e quelli congolesi. Stupri compiuti durante l’assedio ad alcuni villaggi da parte delle milizie della FDLR – Forze Democratice di Liberazione del Rwanda e i ribelli Mai Mai.

Il nuovo capo della missione, Roger Meece, si è recato nell’area per raccogliere informazioni. L’episodio è avvenuto tra fine luglio e inizio agosto, a poche decine di chilometri di distanza dalla base dei Caschi Blu, che affermano di averne ricevuto notizia solo una settimana più tardi. Ora occorrerà stabilire se la risposta dei peace-keeper – circa 20.000 quelli presenti nell’ex-colonia belga – sia stata tardiva oppure no.