ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Islanda: lo sgombro mette a rischio ingresso UE

Lettura in corso:

Islanda: lo sgombro mette a rischio ingresso UE

Dimensioni di testo Aa Aa

La “guerra dello sgombro” rischia di compromettere la candidatura dell’Islanda per l’ingresso nell’Unione Europea.

L’isola sta scatenando le ire di Scozia, Irlanda e Norvegia per aver deciso di innalzare a 130.000 tonnellate la quota di pesce pescabile quest’anno, nonostante avesse sottoscritto nel 1999 un accordo con Europa e Norvegia che ne prevedeva al massimo 2000.
Tra i firmatari anche le isole Far Oer, che hanno a loro volta triplicato la quota di sgombro facendo infuriare i vicini scozzesi. Questi ultimi la scorsa settimana hanno dunque impedito ad una barca delle Far Oer di scaricare il pesce nel porto di Peterhead.

L’Islanda punta ad una revisione delle quote, per il nuovo e massiccio affollamento di sgombro nei suoi mari: la causa è il surriscaldamento del mare che ha fatto migrare verso nord il pesce.

Il conflitto porta alla memoria le “guerre del baccalà” degli anni Settanta, quando le navi inglesi e islandesi si scontrarono sull’accesso agli, allora ricchi, banchi di merluzzo.