ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania. Polemica su un libro anti-immigrati

Lettura in corso:

Germania. Polemica su un libro anti-immigrati

Dimensioni di testo Aa Aa

Può un membro del direttorio della Bundesbank, nonché ex senatore dell’SPD, scrivere un libro razzista e mantenere il posto? Le opinioni di Thilo Sarrazin sugli immigrati stanno facendo discutere tutta la Germania in attesa dell’uscita del suo libro, lunedì.

Secondo Sarrazin la Germania si starebbe abolendo da sé. Gli immigrati, quelli mussulmani in particolare, sarebbero meno intelligenti e più prolifici e, dipendendo dagli aiuti statali, minaccerebbero la stabilità e la perennità del modello sociale tedesco.

La prima a insorgere è stata la leader del verdi Renate Künast:

“Sarrazin danneggia l’immagine della Bundesbank e incita all’odio. Ritengo che la Cancelliera e il governo debbano trarne delle conseguenze”.

L’autore cita dati veri, quelli sulla disoccupazione, che tocca maggiormente gli immigrati, o sulle allocazioni sociali, a percepirle sono soprattutto le persone di origine straniera, tralasciando però di spiegare le regioni sociologiche che inducono a questo stato di cose.

Angela Merkel ha già definito particolarmente rivoltanti le opinioni espresse dal banchiere e, imbarazzato, il leader del Partito Socialdemocratico Sigmar Gabriel riconosce di non sapere perché il banchiere sia ancora membro del suo partito. Ma, per il momento nessuno gli ha ritirato la tessera e sarebbe a quanto pare impossibile licenziarlo dalla Banca centrale.