ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Carter riporta a casa lo statunitense detenuto a Pyongyang


Corea del Nord

Carter riporta a casa lo statunitense detenuto a Pyongyang

Jimmy Carter se n‘è tornato negli Stati Uniti con Aijalon Mahli Gomes. Missione compiuta per l’ex Presidente americano che era a Pyongyang per ottenere la liberazione del cittadino statunitense condannato a 8 anni di lavori forzati per ingresso illegale in Corea del Nord.
 
Carter, che, attraverso la sua fondazione non è nuovo a iniziative umanitarie coronate da successo, secondo la stampa cinese e nordcoreana avrebbe in valigia anche un invito a riprendere il negoziato sul disarmo nucleare destinato a Washington. Un primo segnale distensivo dopo mesi di tensione con Seul in seguito all’affondamento di una nave militare sudcoreana attribuito a Pyongyang.
 
La Corea del Nord attraversa una fase delicata. Kim Jong-il si trova attualmente in Cina. Una visita caratterizzata dal più stretto riserbo, come è abitudine del cosiddetto Caro leader, che sarebbe accompagnato dal figlio minore Kim Jong-un, da molti indicato come suo delfino. L’obiettivo del viaggio potrebbe essere proprio quello di ottenere l’avallo del protettore cinese a un futuro passaggio di consegne fra Kim Jong-il e il suo terzogenito.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Germania. Polemica su un libro anti-immigrati