ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Più democrazia, meno Putin. Kaliningrad in piazza

Lettura in corso:

Più democrazia, meno Putin. Kaliningrad in piazza

Dimensioni di testo Aa Aa

Più democrazia, meno Putin. Kaliningrad torna in piazza per invocare le dimissioni del premier russo e il ritorno a una più diretta partecipazione alla vita politica. Tra le centinaia che hanno risposto all’appello delle principali forze d’opposizione, anche l’ex vice-primo ministro Boris Nemtsov.

“La nostra protesta – dice – andrà avanti finché il popolo non riconquisterà il diritto a elezioni democratiche e finché Putin non si dimetterà. Kaliningrad è la locomotiva della democrazia russa”.

In diecimila, alla fine di gennaio, avevano avanzato nella piccola enclave russa fra Lituania e Polonia, le stesse rivendicazioni: non solo le dimissioni di Putin e la riduzione delle tariffe dei pubblici servizi, ma soprattutto il ritorno all’elezione diretta dei governatori, proprio da lui abolita nel 2005.