ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libano: non parte ancora la nave di aiuti per Gaza

Lettura in corso:

Libano: non parte ancora la nave di aiuti per Gaza

Dimensioni di testo Aa Aa

Libano: è ferma nel porto di Tripoli la Mariam, la nave di attiviste filo palestinesi che intende forzare il blocco di Gaza.

Doveva partire oggi, carica di aiuti umanitari, ma Cipro, sua tappa intermedia, ha detto no.

“Il Libano ci ha dato il permesso ma nessun altro porto ci ospita”, dice l’organizzatore della spedizione, “Credo che sia perché i sionisti stanno controllando gran parte del Mediterraneo”.

Una cinquantina le donne, libanesi e straniere, imbarcate sul cargo. Cercano un’alternativa e attendono risposta da Turchia e Grecia.
Sennò, resteranno all’attracco.

Tra Libano e Israele, tecnicamente in stato di guerra, non sono infatti possibili collegamenti diretti.

Gli organizzatori della spedizione sono legati a Hezbollah, dice Israele. Faremo il possibile per evitare che la nave arrivi a Gaza.

Parole che fanno temere il replay del blitz israeliano alla Mavi Marmara, il 31 maggio scorso, costato la vita a nove attivisti turchi.