ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Daghestan, uccisa mente degli attentati nel metrò di Mosca

Lettura in corso:

Daghestan, uccisa mente degli attentati nel metrò di Mosca

Dimensioni di testo Aa Aa

Ucciso in Daghestan il presunto organizzatore degli attentati di Mosca, Magomed Ali Vagabov. A marzo il duplice attacco nella metropolitana della capitale russa fece 40 morti e oltre 100 feriti.

Pare che Vagabov fosse il marito di una delle due kamikaze, anche se questo particolare non ha trovato conferme ufficiali.

L’uomo è stato ucciso nel villaggio di Gunib in un blitz delle forze di sicurezza. Addestrato in Pakistan, si occupava anche di reclutare giovani combattenti e preparare gli attentatori suicidi.

“Sono stati uccisi quattro militanti, tra di essi Magomed Ali Vagabov, il cosiddetto Emiro del fronte del Daghestan”, ha detto Vyacheslav Shanshin, capo del servizio di sicurezza federale in Daghestan. “Quest’uomo ha commesso molti crimini, tra i quali l’organizzazione degli attentati nella metropolitana di Mosca, tentati omicidi di poliziotti e altri agenti di sicurezza”.

Il Daghestan, come diverse Repubbliche del Caucaso, è quasi ogni giorno scenario di attentati, soprattutto di radice islamista. Una situazione peggiorata negli ultimi due anni.

In Cecenia un poliziotto e un presunto militante sono rimasti uccisi in una sparatoria nella capitale Grozny.