ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Potash in cerca di un cavaliere bianco


società

Potash in cerca di un cavaliere bianco

L’opa miliardaria di circa 40 miliardi di dollari lanciata dal gruppo australiano Bhp Biilinton sulla canadese Potash non piace affatto al management della primo produttore mondiale di fertilizzanti che la ritiene troppo bassa.
Di qui la ricerca di un cavaliere bianco capace di rilanciare. Per il momento Rio Tinto, il rivale storico del gruppo australiano, tace e fonti di stampa parlano di un interesse da di una società cinese.

Un’eventualità che non sorprende affatto quest’analista. A suo parere, infatti, ci sono sul mercato molte società ricche di liquidità cui si aggiunge l’insaziabile appetito dei cinesi per le materie prime cui seguiranno le imprese indiane tra dieci anni.

A parere di alcuni analisti in pole position nel ruolo di cavaliere bianco di Potash sarebbe la cinese Sinofret di cui la canadese é azionista al 20%. Una possibilità che pero non trova troppo credito in quanto il gruppo ha una capitalizzazione borsa di 3,8 miliardi di dollari, un decimo di Potash. Peccato, ribattono i favorevoli, che la holding di controllo Sinochem registri un giro d’affari di 36 miliardi

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

società

Intel si aggiudica McAfee