ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pakistan, l'Onu si mobilita. Oggi una riunione straordinaria per cercare altri fondi

Lettura in corso:

Pakistan, l'Onu si mobilita. Oggi una riunione straordinaria per cercare altri fondi

Dimensioni di testo Aa Aa

Adesso si spera nelle Nazioni Unite, per sbloccare gli aiuti agli alluvionati del Pakistan. In una riunione straordinaria al Palazzo di Vetro prevista per oggi, Ban Ki Moon annuncerà nuove risorse, e così potrebbero fare anche gli Stati Uniti e altri paesi.

Per l’Onu 4 milioni di pakistani sono rimasti senza casa e 8 milioni rischiano la vita perché non raggiunti dagli aiuti. Molti di loro si trovano nella provincia di Sindh.

“Riceviamo cibo a singhiozzo, quando si e quando no. Siamo poveri, e tutto attorno c‘è solo acqua. Non sappiamo cosa dare da mangiare ai bambini”.

Lentamente si mette in moto la macchina dei soccorsi anche all’estero. Un aereo della Croce rossa tedesca è arrivato a destinazione, carico di generi di prima necessità. Ma l’obiettivo delle Nazioni Unite di raggiungere almeno due milioni di alluvionati pare difficile, per una logistica insufficiente e per la mancanza di fondi.

“Le acque”, spiega un contadino, “hanno reso inutilizzabili anche i campi già coltivati, facendo sparire i raccolti e mettendo in pericolo anche quelli della prossima stagione”.

Senza interventi esterni la catastrofe, costata finora la vita a 1600 persone potrebbe risultare ancora peggio di quanto già non sia.

Mentre le previsioni meteo lasciano sperare in un alleggerimento della situazione, la mancanza di soccorsi rischia di aggravare i danni.