ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia, critiche e proteste non fermano il piano per l'espulsione di 700 Rom

Lettura in corso:

Francia, critiche e proteste non fermano il piano per l'espulsione di 700 Rom

Dimensioni di testo Aa Aa

Indifferenti alle critiche piovute da diverse parti, le autorità francesi hanno dato inizio al piano per l’espulsione di 700 cittadini di etnia rom.

Dall’aeroporto Charles De Gaulle della capitale 93 persone vengono imbarcate per la Romania, ma altri voli nei prossimi giorni saranno diretti verso la Bulgaria.

Formalmente tutti partono per decisione volontaria, ricevendo 300 euro a testa, e senza perdere il diritto di tornare.

“In base alla scheda biometrica che abbiamo predisposto”, dice il ministro per l’immigrazione Besson, “non sarà possibile che qualcuno che abbia già ricevuto l’aiuto economico possa riceverlo una seconda volta”.

Commenti negativi alle espulsioni arrivano dai governi di Romania e Bulgaria, che parlano di deriva xenofoba e populista, mentre la Commissione europea si è attivata per verificare il rispetto delle regole da parte del governo francese.