ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pakistan, aiuti internazionali col contagocce

Lettura in corso:

Pakistan, aiuti internazionali col contagocce

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Pakistan affonda ma la mobilitazione internazionale stagna. Il Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban ki Moon moltiplica gli appelli per la raccolta fondi. Ma per ora è arrivato solo un quarto dei 460 milioni di dollari richiesti per la prima emergenza. Quali siano gli elementi che impediscono il decollo della gara di solidarietà è oggetto di sole ipotesi. Una è quella dell’opacità di un Paese percepito a livello internazionale come rifugio di taleban e militanti di al Qaeda.

“Fare valutazioni sul numero di persone bisognose è molto difficile” dice Tim Irwin, Commissario dell’Unhcr. “Secondo il governo ci sono 20 milioni di persone colpite dalle inondazioni. All’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati non abbiamo ancora una stima precisa. Le persone interessate dalla catastrofe naturale sono tantissime e la situazione è in continua evoluzione”.

Intanto la Banca Mondiale ha accolto la richiesta di aiuti da parte di Islamabad e stanzierà 900 milioni di dollari, l’equivalente di 700 milioni di euro circa. Una goccia nell’oceano se si pensa che, stando alle stime del ministro delle Finanze pachistano, i danni causati dalle inondazioni potrebbero dimezzare la crescita economica del Paese.