ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il capo dei senatori democratici dissente da Obama: "No alla moschea a Ground Zero"

Lettura in corso:

Il capo dei senatori democratici dissente da Obama: "No alla moschea a Ground Zero"

Dimensioni di testo Aa Aa

Arrivano le prime voci critiche tra i democratici statunitensi, nel dibattito sulla opportunità di permettere la costruzione di una moschea a New York a poca distanza da Ground Zero, luogo degli attentati dell’11 settembre.

Primo a distinguersi dalla posizione del presidente Obama, è il capogruppo al senato, Harry Reid.

“La Costituzione riconosce la libertà di religione”, ha detto ai giornalisti il senatore. “Ma credo sia del tutto ovvio che la moschea debba venire costruita da qualche altra parte”.

Sabato scorso, il presidente Obama aveva difeso il diritto di professare liberamente il proprio credo religioso come uno dei principi fondanti degli Stati Uniti.

“Come cittadino e come presidente, credo che i musulmani abbiano il diritto di praticare la loro religione come chiunque altro, in questo paese”.

Il tema spacca i partiti, e per un democratico contrario c‘è un repubblicano a favore: è il sindaco di New York Michael Bloomberg, che sostiene il progetto dall’inizio della vicenda.