ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I conservatori del Tea Party manifestano contro l'immigrazione in Arizona

Lettura in corso:

I conservatori del Tea Party manifestano contro l'immigrazione in Arizona

Dimensioni di testo Aa Aa

Chiedevano l’aumento dei fondi destinati a impedire l’immigrazione illegale, i 400 manifestanti del Tea Party riunitisi in Arizona, ai piedi del lungo muro di separazione tra Stati Uniti e Messico.

Una richiesta che da tempo avanzano i settori più conservatori della destra, e che a tre mesi dalle elezioni di medio termine sta diventando uno dei temi del confronto politico.

Appena venerdì scorso il presidente Obama ha promulgato una legge che stanzia 600 milioni di dollari e invia alla frontiera 1500 agenti supplementari.

Sull’immigrazione si gioca negli Stati Uniti uno scontro politico di rilievo, e proprio in Arizona una controversa legge, attualmente sospesa, permette ai poliziotti di identificare chiunque sia sospettato di essere un migrante.

A livello federale, nonostante l’opposizione dello stesso presidente Obama, cominciano ad arrivare proposte di riforma della Costituzione per cancellare lo jus soli, ovvero il principio in base al quale è cittadino statunitense chiunque nasca sul suolo di quel paese.