ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Missili russi in Abkhazia. La Georgia: "Cambiano i rapporti di forza nella regione"

Lettura in corso:

Missili russi in Abkhazia. La Georgia: "Cambiano i rapporti di forza nella regione"

Dimensioni di testo Aa Aa

La Russia ha installato missili per la difesa antiaerea S-300 in Abkhazia, la regione della Georgia autoproclamatasi indipendente.

Lo ha annunciato il comandante delle forze aeree russe Alexandre Zeline, il quale ha aggiunto che altri dispositivi di difesa verranno dislocati anche in Ossezia del Sud, l’altra repubblica ribelle. Abkhazia e Ossezia del Sud sono riconosciute solo dalla Russia, dal Nicaragua e dal Venezuela.

La mossa decisa da Mosca inquieta non poco la Georgia, paese filo occidentale dal 2003, quando è arrivato al potere Mikhail Saakasvili.

“E’ inaccettabile. Vogliamo fare pressioni sui nostri partner affinchè convincano la Russia ad avviare la demililitarizzazione e a diminuire l’occupazione, piuttosto che fare il contrario”, dice il viceministro degli Esteri georgiano.

Per Saakasvili, che il mese scorso ha ricevuto il segretario di Stato Usa Hillary Clinton, l’iniziativa russa “cambia i rapporti di forza nella regione”, ed è un motivo in più per puntare in tempi rapidi all’ingresso del paese nella Nato.

In quella occasione la Clinton lanciò un appello a Mosca, per arrivare alla fine dell’occupazione russa nell’area.