ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Russia ricorda le vittime del Kursk 10 anni dopo

Lettura in corso:

La Russia ricorda le vittime del Kursk 10 anni dopo

Dimensioni di testo Aa Aa

Tra il silenzio delle autorità la Russia ricorda la tragedia del Kursk. Una cerimonia si è svolta al memoriale di Murmansk, nel nord del Paese, da cui salpò l’imbarcazione il 10 agosto del 2000, e anche in altre città, come la stessa Kursk da cui prendeva il nome il sottomarino, orgoglio della marina russa.

Sono passati dieci anni dal suo affondamento durante un’esercitazione nel mare di Barents. La versione ufficiale è l’esplosione di un siluro trasportato dal sommergibile.

Ma i familiari delle vittime sostengono che da allora nulla è stato fatto e le autorità hanno nascosto le cause della morte dei 118 marinai.

Molti arrivavano da Sebastopoli in Crimea, anche qui le vittime sono state ricordate durante una cerimonia al memoriale. I loro cadaveri furono recuperati solo nel 2001.

L’allora presidente russo Vladimir Putin fu accusato di aver occultato la vicenda e ritardato i soccorsi.